Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Fast-It – AIRE

L’AIRE è l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero.

L’iscrizione all’AIRE è un preciso dovere del connazionale residente all’estero nonché un presupposto fondamentale per l’accesso ai servizi consolari.

In questo contesto segnaliamo che la Legge 30 dicembre 2023, n. 213 recante il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2024 e bilancio pluriennale per il triennio 2024-2026 ha introdotto alcune modifiche. Nello specifico, l’art. 1 comma 242, modificando la Legge n. 1228 del 24 dicembre 1954, ha introdotto misure più severe per chi, spostando anche solo di fatto la propria residenza all’estero, non ottempera all’iscrizione all’AIRE. Il novellato art. 11 della predetta L. 1228/1954 permette infatti ai Comuni italiani di erogare una sanzione da 200 Euro fino ad un massimo di 1.000 Euro a persona per ogni anno di mancata iscrizione all’AIRE e fino ad un massimo di 5 anni. Inoltre, l’art. 1 comma 243 della Legge di Bilancio, prevede uno specifico obbligo di segnalazione al Comune di iscrizione anagrafica in capo a tutte le Amministrazioni pubbliche che, nell’esercizio delle loro funzioni, vengano a conoscenza di elementi tali da indicare la residenza all’estero, anche solo di fatto, del concittadino. Il Comune di iscrizione anagrafica dovrà comunicare all’Agenzia delle Entrate le informazioni ricevute, così da poter dare inizio a controlli di carattere tributario.

Per maggiori informazioni clicca qui: https://www.esteri.it/it/servizi-consolari-e-visti/italiani-all-estero/aire_0/

L’iscrizione all’A.I.R.E. può essere effettuata tramite:

1) il portale online Fast-it

La procedura è semplice, occorre soltanto:

  • Creare un account fornendo un valido indirizzo email e password. La creazione di un account sul portale Fast-it NON comporta l’iscrizione all’A.I.R.E.
  • Accedere a Fast-it con le credenziali fornite in fase di registrazione ed effettuare la registrazione all’A.I.R.E. fornendo la documentazione richiesta.

In fase di registrazione, è importante selezionare l’ufficio consolare italiano di riferimento in base al proprio indirizzo di residenza.

Per i cittadini e le cittadine italiane residenti in Victoria o Tasmania, il Consolato di riferimento è il Consolato Generale d’Italia a Melbourne.

Esempio: Elena ha deciso di trasferirsi dall’Italia a Melbourne, dove ha intenzione di risiedere per i prossimi due anni. Elena deve registrarsi all’A.I.R.E. e in fase di registrazione, le sarà richiesto di selezionare un Consolato di riferimento. In questo caso, Elena dovrà selezionare il Consolato Generale d’Italia a Melbourne in quanto residente in Victoria.

IMPORTANTE: Coloro che richiedono l’iscrizione all’A.I.R.E. non riceveranno alcuna notifica di avvenuta registrazione da parte del Consolato Generale d’Italia a Melbourne.

Per avere conferma di avvenuta iscrizione AIRE e/o eventuale richiesta certificato iscrizione AIRE, è possibile fare riferimento al proprio comune di competenza. Per maggiori informazioni su cosa è l’AIRE, perché iscriversi e chi deve iscriversi clicca qui.

L’aggiornamento dei dati è a carico della persona iscritta all’A.I.R.E.

I cittadini e le cittadine italiane iscritte all’A.I.R.E. devono comunicare tempestivamente all’ufficio consolare di riferimento:

  • Il trasferimento della propria residenza all’interno della stessa circoscrizione consolare; Esempio: Qualora Elena decidesse di trasferirsi da Melbourne a Hobart, essa dovrà accedere al portale online Fast-it e comunicare la modifica del proprio indirizzo di residenza. In questo modo, il Consolato verrà notificato di tale trasferimento.
  • Le modifiche dello stato civile anche per l’eventuale trascrizione in Italia degli atti stranieri (matrimonio, nascita, divorzio, morte, ecc.);
  • La perdita della cittadinanza italiana.

NOTA BENE:

In caso di trasferimento del proprio domicilio in una circoscrizione consolare diverso da quello precedente, è necessario effettuare una nuova registrazione A.I.R.E.

Esempio:

Qualora Elena decidesse di lasciare Melbourne e di trasferire la propria residenza a Brisbane, essa dovrà obbligatoriamente effettuare una nuova iscrizione A.I.R.E. sul portale Fast-it. In fase di nuova registrazione A.I.R.E., Elena dovrà selezionare il Consolato di Brisbane come consolato di riferimento.

Elena dovrà effettuare lo stesso procedimento anche nel caso in cui decidesse di trasferirsi dall’Australia in un altro Paese (Italia esclusa).

IMPORTANTE: Il mancato aggiornamento delle informazioni relative all’indirizzo rende impossibile il contatto con il cittadino e, ad esempio, il ricevimento della cartolina o del plico elettorale in caso di votazioni.

Modifica del Comune di iscrizione A.I.R.E.

E’ possibile trasferire l’iscrizione A.I.R.E. da un Comune italiano ad altro Comune italiano diverso solo se si hanno membri del nucleo familiare residenti/iscritti all’AIRE nel Comune in cui si vuole trasferire la propria iscrizione A.I.R.E.

Per farlo bisogna scaricare questo modulo e trasmetterlo insieme alla copia del proprio documento d’identità all’indirizzo email melbourne.info@esteri.it.

Rimpatrio di cittadini italiani iscritti all’A.I.R.E.

I cittadini iscritti all’AIRE che rientrano definitivamente in Italia dovranno presentarsi presso il Comune Italiano dove hanno deciso di stabilirsi per dichiarare il nuovo indirizzo di residenza.

Il Comune provvederà alla cancellazione dall’A.I.R.E. e all’iscrizione in APR (Anagrafe Popolazione Residente).

Per ulteriori informazioni si rimanda direttamente al sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

2) Utilizzando questo formulario, debitamente compilato e sottoscritto con firma autografa e inviando per posta i documenti elencati nel formulario al seguente indirizzo:

P.O. Box 7298

509 St Kilda Road

Melbourne, Victoria, 3004

NB: Richieste pervenute via e-mail non verranno prese in considerazione.

Approfondimenti
  • A.I.R.E. e Assistenza Sanitaria In Italia 

    L’iscrizione all'AIRE comporta la cancellazione dal servizio sanitario nazionale (SSN) ferma restando la possibilità di richiederne il re-inserimento in caso di rientro definitivo in Italia (rimpatrio).

    I cittadini e le cittadine italiane iscritte all’A.I.R.E. che rientrano temporaneamente in Italia senza avere una copertura assicurativa pubblica o privata:

    • Hanno diritto, a titolo gratuito, alle prestazioni ospedaliere urgenti per un periodo massimo di 90 giorni in un anno solare;
    • Per ottenere le prestazioni ospedaliere urgenti devono presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione che attesti:
      • Data, luogo di nascita, residenza e cittadinanza italiana;
      • Assenza di copertura sanitaria pubblica o privata.

    Per maggiori informazioni si rimanda al sito web del Ministero della Salute.