Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_melbourne

Elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica - 4 marzo 2018

 

Elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica - 4 marzo 2018

ATTENZIONE: E' in fase di completamento l'invio dei plichi elettorali agli aventi diritto al voto all'estero. Gli elettori che non avessero ancora ricevuto il plico elettorale per posta, potranno fare richiesta di duplicato a questo Consolato per e-mail (melbourne.elezioni@esteri.it) allegando copia di un valido documento d'identità o per telefono. Il duplicato può essere richiesto a partire dal 18 febbraio tuttavia, considerati i tempi di consegna postale, si consiglia di rivolgersi a questo Consolato a partire dal 22 febbraio. Per il ritiro è necessario presentarsi con un valido documento di riconoscimento. Gli orari per il ritiro dei plichi elettorali sono i seguenti:

9-13 e 14-16 tutti i giorni incluso sabato e domenica.

Per i regolari servizi consolari ai rimanda ai normali orari di ufficio.

 

In occasione delle prossime elezioni politiche per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica, si richiama l’attenzione sul tassativo rispetto dei principi sanciti dalla Costituzione in materia di personalità e segretezza del voto (art. 48 Cost).   

I requisiti e le modalità per l’esercizio del diritto di voto all’estero sono disciplinate, da ultimo, dalla Legge  3 novembre 2017, n. 165  (http://elezioni.interno.it/). 

A tale riguardo, si ricorda che la Normativa prescrive l’obbligo di assicurare la custodia ed il divieto di cessione a terzi del materiale elettorale, prevedendo  correlate sanzioni penali.

Si ricorda inoltre che, ai sensi dell’articolo 18 della L. 459/2001, “1. Chi commette in territorio estero taluno dei reati previsti dal testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e successive modificazioni, è punito secondo la legge italiana. Le sanzioni previste all'articolo 100 del citato testo unico, in caso di voto per corrispondenza si intendono raddoppiate. 2. Chiunque, in occasione delle elezioni delle Camere e dei referendum, vota sia per corrispondenza che nel seggio di ultima iscrizione in Italia, ovvero vota più volte per corrispondenza è punito con la reclusione da uno a tre anni e con la multa da 52 euro a 258 euro.”

Questo Ufficio, su istruzioni del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha introdotto sull'esterno dei plichi elettorali, nel pieno rispetto del principio della segretezza del voto, un codice a barre per assicurare una maggiore tracciabilita' dei plichi stessi, nonche' per il piu' accurato controllo sui rilasci di eventuali duplicati."

NEWS E INFORMAZIONI: 


Autore:

RM

214